Elezioni: Calderoli, accuso Napolitano attentato Costituzione

Bravo Calderoli, cosi’ si  fa….rimarrai sempre nella  storia  per  il  porcellum, legge  che  hai   proposto votato e  che dopo due secondi hai  detto  che  era una porcata.Ma questa  volta  l’hai detta  giusta, e  devo  dartene  atto: quello che  stanno  facendo  e’ anticostituzionale, ma  non e’ la  prima  volta, il lodo Alfano e tutte  le  altre erano  anticostituzionali.stanno  esagerando!!!dal presidente della  repubbblica all’ ultimo dei  deputati, tutti stanno  cercando  di  forzare le  leggi e  la  costituzione.Andate  pure  avanti,tanto  oramai la  costituzione la  volete seppellire…

20:09 18 DIC 2012

fonte:http://www.agi.it/politica/notizie/201212182009-pol-rt10296-elezioni_calderoli_accuso_napolitano_attentato_costituzione

(AGI) – Roma, 18 dic. – “Con tutta la stima e l’amicizia che ho avuto nei confronti del Presidente Napolitano, dovro’ presentare una richiesta di messa in stato di accusa del Presidente della Repubblica per attentato alla Costituzione”.
  Lo mette nero su bianco Roberto Calderoli.
  L’esponente leghista spiega che la sua mossa si basa sul fatto che il Capo dello Stato ha “firmato il decreto legge in materia elettorale senza aver accertato che vi fosse stata una consultazione con tutte le forze politiche, come gia’ avevo sollecitato”.
  “L’aver firmato il decreto legge che di fatto consente alle improbabili forze che sostengono una improbabile candidatura di Monti premier e’ davvero troppo”, riprende Calderoli. “A novembre dello scorso anno – proseguer – si e’ impedito al popolo di poter votare e si e’ nominato Monti a capo di governo. Oggi non solo si prevede di sciogliere le Camere quando lo decide Monti, e non il Presidente della Repubblica, sempre che non sia la stessa persona, ma si assiste a un Presidente della Repubblica che esalta l’azione del governo, e quindi di Monti, e firma un decreto che consente al premier nominato e mai votato di potersi ripresentare senza raccogliere neppure le firme previste dalla legge”. “A questo punto – rincara il senatore della Lega – perche’ il governo Monti non fa un ‘decreto legge Monti’ che nomina Monti come premier per la prossima legislatura, con la consueta firma del Presidente Napolitano? Porte aperte alla democrazia e quindi chi ha gia’ ricevuto dei voti come Grillo, non ha il diritto di presentarsi senza la raccolta delle firme, ma non certo i nominati dalle banche e dai poteri forti”. “Che tristezza – conclude Calderoli – vedere Napolitano concludere il suo mandato con questi opportunisti comportamenti e vedere i due capi dei principali partiti, ovvero il signor Alfano e il signor Bersani, senza le palle”. (AGI) .